slide_a.jpgslide_b.jpgslide_c.jpgslide_d.jpgslide_e.jpgslide_f.jpgslide_g.jpgslide_h.jpg

10-11-2015 - Monte Cabianca: Canale Nord

Monte Cabianca: Canale Nord

Altra mezza giornata trascorsa a rincorrere Masa che, con l’ormai solita scusa d’inizio turno alle 14:00, come sempre se la passa là davanti a martellare, malgrado il nostro salire la sera prima al Rifugio Calvi per anticipare tempi e far tutto con più calma. E’ proprio al Rifugio Calvi (m. 2015) che arriviamo poco prima delle 20:00 con sosta nei locali invernali, manca la luce e così ceniamo romanticamente al chiaro delle nostre frontali e a colpi di vino rosso fresco di spesa, ottimo anestetico per il freddo. L’idea di metterci d’impegno per fotografare lo stupendo cielo stellato si rivela solo un falso tentativo, così che in tempi brevi ci corichiamo in branda come due bravi alunni di prima elementare. Il mattino superiamo la diga di Fregabolgia (m. 1957) quando ancora non sono le 6:00 e solo dopo aver raggiunto il Lago Cabianca (m. 2153) possiamo spegnere i fari.

Continua a leggere...

08-07-2015 - Zucco di Pesciola: Via Casari-Zecca [Variante dei Bergamaschi]

Zucco Pesciola: Via Casari-Zecca

E' ormai un fatto assodato che quando vado a cercar roccia sui Piani di Bobbio, devo considerare il panorama solo un piccolo ed irrilevante dettaglio di contorno, ma quando esco di casa già con aria da temporale, capisco che oggi sullo Zucco le nuvole basse mi faranno sembrare di arrampicare come quando si gioca contro la console, in poche parole il mio compagno di cordata sembrerà virtuale! Oltretutto, per percepire ancor meglio l'infamità del meteo, il buon Luca (detto Masa) che nel pomeriggio inizia il turno di lavoro, passa sotto casa alle cinque del mattino con l’idea di "tener su il tempo"! Raggiunti i Piani di Bobbio con avvicinamento da Valtorta, lasciamo alle nostre spalle il Rifugio Lecco (m. 1799) addentrandoci nella nota conca, il torrione di sviluppo è quello centrale e visivamente più alto, il quale porta direttamente in vetta allo Zucco di Pesciola (parete nord).

Continua a leggere...

03-07-2015 - Monte Alben: Punta della Croce - Via Clipper

Monte Alben: Punta della Croce - Via Clipper

Nella mattinata che si preannuncia torrida già dalle prime ore del mattino, la nostra teoria è quella di evitare il caldo percorrendo una via esposta a nord ed in qualche modo a fine escursione il risultato lo otterremo, purtroppo sarà solo il dettaglio del durante che ci fregherà. Raggiunto il Passo di Zambla (m. 1264) seguiamo le indicazioni per la Conca dell'Alben su strada sterrata per circa due chilometri, sino a raggiungere un vecchio albergo abbandonato dove parcheggiamo, lo stesso punto di partenza di chi intende percorrere la via ferrata Pierangelo MaurizioAnziché risalire le piste da sci verticalmente attraverso il folto e afoso prato erboso, optiamo per la larga traccia leggermente più ombreggiata che sale da sinistra piegando verso destra. Al bivio che conduce alla ferrata proseguiamo dritti verso ovest su sentiero piuttosto ripido che porta sino alla stazione diroccata superiore della seggiovia.

Continua a leggere...

11-06-2015 - Traversata solitaria Diavolino e Diavolo di Tenda

Traversata solitaria Diavolino e Diavolo di Tenda

"Ferial free solo Devils Crossing" esclamerebbero professionisti da un inglese un po' maccheronico, alle 5:35 del mattino mentre già calco la mulattiera che da Carona sale al Rifugio Calvi tentennando sulla giornata che si preannuncia da subito variabile, traduco volgarmente il tutto con "forza disperàt, camìna e fà sito". Mi avvio con un ritmo piuttosto deciso, anche fin troppo considerando la mia idea d'itinerario, oltrepasso il Rifugio senza sostare, proseguo sul segnavia C.A.I. 225 continuando oltre le Baite del Poris (m. 1988) e alle 8:30 seduto nel Pianoro di Valsecca sgranocchiando una barretta, osservo l'omonimo passo e i Diavoli svegliati già belli cattiviContinuo anche con la "leggera" brama di arrivare al Passo (m. 2463) per avere una visione più aperta della situazione, calco neve portante e senza ramponi quasi a filo del Poris, tracciando la mia soggettiva ascesa.

Continua a leggere...

Joomla templates by a4joomla